Solo il 3% delle società di servizi finanziari è pronto per la scadenza di applicazione dell'Open Banking

Le sfide legate alla privacy dei dati bloccano l'adozione dell'Open Banking per la crescita aziendale e l'innovazione

Redwood City, California, UNITED STATES


LONDRA, July 28, 2021 (GLOBE NEWSWIRE) -- Solo il 3% delle organizzazioni che operano nel settore dei servizi finanziari (FS) ritiene di essere preparato per la prossima importante scadenza dell'applicazione dell'Open Banking prevista per settembre 2021, secondo una nuova ricerca di Delphix, la società leader nel settore dei dati per DevOps.

Per lo studio, condotto da Pulse e commissionato da Delphix, sono stati intervistati 100 leader tecnologici nel settore finanziario e assicurativo per capire come sono preparati a rispettare le scadenze dell'Open Banking e quali sono gli ostacoli. Tutti gli intervistati provengono dalle regioni EMEA (77%) e APAC (23%) e lavorano in aziende con oltre 10.000 dipendenti.

Nonostante i requisiti della seconda direttiva sui servizi di pagamento (PSD2) e dell’autenticazione forte del cliente (SCA), la cui applicazione era inizialmente prevista per settembre 2019 e poi rinviata di due anni, la maggior parte delle organizzazioni di servizi finanziari non è ancora pronta. Infatti, secondo il sondaggio, il 9% degli intervistati ammette di non essere affatto preparato.

Lo studio rivela anche che ad oggi solo il 2% ha soddisfatto tutti i requisiti per l'Open Banking, mentre il 69% ne ha soddisfatti il 50% o meno.

"Il settore dei servizi finanziari sta attraversando un'enorme fase di trasformazione con i dati al centro. Per molte banche che si affidano a sistemi legacy, tuttavia, la privacy e la conformità dei dati si stanno dimostrando ostacoli importanti", ha affermato Daniel Graves, CTO di Delphix. "Le API (Application Programming Interface) di Open Banking potrebbero aprire un mondo completamente nuovo per le organizzazioni FS, consentendo di utilizzare i dati per guidare i servizi di trasformazione e migliorare la customer experience".

Principali barriere all'Open Banking

La maggior parte delle banche ha ancora molto da fare per promuovere l'Open Banking e deve affrontare ostacoli significativi. Il 62% degli intervistati dichiara che proteggere i dati sensibili su più sistemi e API è la sfida più grande per la privacy e la conformità dei dati. Altre hanno difficoltà a proteggere in modo efficace le informazioni sensibili senza limitare l'accesso tempestivo ai dati (40%) e garantire che le misure di conformità preservino la qualità e l'usabilità dei dati (39%).

Quando si tratta di aprire le API a terze parti per favorire l'innovazione, le maggiori sfide per il 60% degli intervistati sono il tempo e l'impegno necessari per mantenere e preservare l'integrità dei dati. Nel frattempo, il 52% delle organizzazioni FS riferisce capacità limitate di accelerazione dello sviluppo di API di qualità e funzionalità basate su API sul mercato. Non sorprendono i successivi rallentamenti se si considera che il 42% si affida a dati sintetici o inseriti in un subset. La creazione di subset e la generazione di dati sintetici aumentano il sovraccarico dei processi, rallentando i team di sviluppo ed erodendo la qualità dei software generando falsi positivi e falsi negativi nei cicli di test.

Superare questi ostacoli sarà difficile e la grande maggioranza degli intervistati (92%) prevede che le loro operazioni organizzative saranno interrotte man mano che lanciano le API di Open Banking.

"Le difficoltà legate alla privacy dei dati e gli stack tecnologici legacy stanno ostacolando la rivoluzione dell'Open Banking", ha aggiunto Graves. "Per superare queste difficoltà, le organizzazioni FS devono adottare tecnologie di dati DevOps in grado di fornire rapidamente dati conformi attraverso le API".

Trasformazione dell’Open Banking

Anche a causa della diffusa mancanza di preparazione, la grande maggioranza (84%) ritiene che la conformità alle direttive dell'Open Banking sia una priorità fondamentale.

L'Open Banking è ampiamente considerato come un modo per incoraggiare l'innovazione e la modernizzazione nel settore bancario tradizionale. L’88% degli intervistati ritiene che aumenterà il numero di servizi bancari innovativi disponibili per i clienti nei prossimi tre anni. Inoltre, oltre la metà (51%) ritiene che l'Open Banking cambierà completamente o in modo significativo il modo in cui i servizi finanziari tradizionali vengono erogati e utilizzati nello stesso periodo.

Per ulteriori informazioni, leggere qui il report completo dello studio.   

Metodologia del sondaggio:
Il sondaggio online condotto da Pulse è stato svolto tra il 23/01/2021 e il 22/03/2021 e ha coinvolto 100 leader tecnologici nel settore bancario finanziario e assicurativo. Tutti gli intervistati provengono dalle regioni EMEA (77%) e APAC (23%) e lavorano in aziende con oltre 10.000 dipendenti. Le posizioni ricoperte includono Amministratore (45%), Manager (33%), C-Suite (11%) e VP (11%).

Informazioni su Delphix:
Delphix è la società leader nel settore dei dati per DevOps.

I dati sono fondamentali per testare il lancio delle applicazioni, la modernizzazione, l'adozione del cloud e i programmi AI/ML. Offriamo una piattaforma dati DevOps automatizzata per tutte le applicazioni aziendali. Delphix maschera i dati per garantire la conformità alla privacy, protegge i dati da ransomware e fornisce dati virtualizzati ed efficienti per la CI/CD.

La nostra piattaforma include API DevOps essenziali per l’approvvigionamento, l’aggiornamento, il rewind, l'integrazione e il controllo delle versioni dei dati. Società leader, tra cui UKG, Choice Hotels, J.B.Hunt e Fannie Mae, utilizzano Delphix per accelerare la trasformazione digitale. Per ulteriori informazioni, visitare www.delphix.com o seguire il nostro profilo su LinkedInTwitterFacebook.

Informazioni di contatto:
Orlando de Bruce 
VP di Corporate Marketing & Brand  
Orlando.Debruce@delphix.com